Archivio

Ciliegie: Alegra e Valfrutta Fresco valorizzano la produzione di Agrintesa

Ciliegie: Alegra e Valfrutta Fresco valorizzano la produzione di Agrintesa
La cooperativa faentina, associata ad Apo Conerpo e a Confcooperative, sta investendo su questo frutto

Categorie: Notizie

(Faenza, 6 Giugno 2017). Le ciliegie rivestono un ruolo sempre più importante all’interno dell’ampia gamma di ortofrutta fresca di Agrintesa e vengono collocate sul mercato dalle business unit Alegra e Valfrutta Fresco. “Qualità, innovazione e servizio sono i punti di forza su cui stiamo investendo con decisione per generare valore nella filiera della ciliegia, dal campo al consumatore” – dichiara Enrico Bucchi, responsabile commerciale Italia di Alegra.

“Quest’anno – prosegue Bucchi – la produzione, ottenuta per l’80% circa nel comprensorio di Vignola, dovrebbe superare complessivamente le 2.000 tonnellate, con un aumento particolarmente sensibile per il prodotto tardivo. Nei prossimi 2 – 3 anni prevediamo di arrivare a commercializzare 3.000 tonnellate.

Agrintesa, che rappresenta la nostra base produttiva, sta aumentando costantemente la coltivazione di questo straordinario frutto, in particolare investendo su impianti dotati di teli anti-pioggia”.

Il catasto produttivo dei soci di Agrintesa registra in particolare un incremento delle nuove varietà della linea SWEET®, nate dalla ricerca dell’Università di Bologna sotto la paternità del prof. Stefano Lugli e della sua équipe. Si tratta di ciliegie estremamente pregiate con caratteristiche eccellenti per quanto riguarda pezzatura, grado Brix e tenuta.

“Al fine di presentare le nuove varietà e gli importanti investimenti realizzati – aggiunge il responsabile commerciale Italia di Alegra – abbiamo organizzato diversi incontri con la clientela, sia in campo che presso i nostri magazzini. Giudichiamo fondamentale coinvolgere la distribuzione in questo progetto per far conoscere a questo importante anello della filiera l’elevato livello di specializzazione che abbiamo raggiunto su questa specie frutticola”.

L’offerta di Alegra si è ampliata quest’anno con nuove confezioni, pensate e sviluppate insieme ai principali clienti, per intercettare le nuove tendenze e ampliare i momenti di consumo della ciliegia.

“In questo contesto caratterizzato da un sensibile sviluppo e da un servizio sempre più moderno e completo – prosegue Bucchi – ricopre un ruolo fondamentale il marchio Ciliegia IGP di Vignola, sinonimo indiscutibile di elevata qualità, fortemente percepito dal consumatore e testimone di tradizione e valori del territorio. La forza e la riconoscibilità di questo marchio hanno portato Alegra, in collaborazione con il consorzio ciliegia di Vignola IGP, a sviluppare anche linee di co-branding con importanti catene distributive”.

“In questa fase di crescita, con nuovi impianti che permettono una selezione qualitativa ottimale, – dichiara Stefano Soli, direttore generale Valfrutta Frescola marca riveste un ruolo particolarmente importante (destinato ad aumentare ulteriormente in futuro) per segmentare l’offerta e portare valore alla filiera”. “I frutti di calibro maggiore e le selezioni varietali migliori – prosegue Soli – saranno ‘firmati’ dal marchio Valfrutta sia in Italia che all’estero, nel canale tradizionale e soprattutto presso la moderna distribuzione”.

La nostra mission – aggiunge il direttore di Agrintesa, Cristian Morettiè valorizzare la produzione dei nostri soci e proprio per far questo cerchiamo di fornire ai nostri clienti un prodotto di eccellenza e qualificato; a tale proposito, l’anno scorso, nel nostro stabilimento di Castelfranco Emilia (Mo), al centro di una delle zone più vocate d’Italia per le ciliegie, abbiamo installato un modernissimo impianto di selezione e calibratura, dedicato alle ciliegie”.

“L’impianto Unitec è dotato della tecnologia Cherry Vision 2 per la selezione ottica del prodotto – continua Moretti. Questo investimento consente non solo la calibrazione dei frutti, ma anche una precisa selezione del grado di maturazione e dei difetti che, se presenti, comprometterebbero la qualità complessiva della confezione. Il prodotto appena conferito dai nostri soci viene pre-raffreddato, le successive fasi di selezione e calibrazione avvengono in acqua fredda ed all’interno di una sala dedicata con temperatura controllata. Anche la fase finale di confezionamento è automatizzata, per ottimizzare le rese e preservare il prodotto”.

“Questi importanti investimenti – conclude Bucchi – interessano principalmente il mercato italiano ma anche le piazze estere. Alegra sta sviluppando l’export delle ciliegie per aumentare le opportunità di collocamento della produzione e, a questo proposito, stiamo inviando partite di prodotto negli Emirati Arabi, un mercato che consideriamo importante per differenziare gli sbocchi ed incrementare la redditività”.

393
Print